Give Me the Night

La tua morte, Michè, è stata un punto
di non ritorno di cui non riesco ancora
a vedere i confini. Tira il vento e delle
nuvole e degli alberi le ombre muove

sui muri muti dei palazzi. Le vedi che
sfidano i lampioni solo perché le stelle
sono coperte dall’acqua ch’ancora non
è fatta perché banalmente sopra sta e

aspetta ora l’alba per cadere. E cadrà,
Michè, questo è sicuro. Capisci com’è
da quando sei morto il 20 febbraio 20

10? È stato un susseguirsi d’attese per
la successiva tempesta. Mi sono perso
e allora allegro in giro senza ombrello.

(Ass colta http://www.youtube.com/watch?v=rHQivOn5bH8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...