Il cazzo di tutto

Con i malati terminali
si usa un riguardo
che è già un allontanamento.
iTer

Io davanti a me insonne volo
c’è di tutto è bello e di brutto
Che uccello che sono ali in posa
di niente è nulla e lo vedo bene

Ogni dettaglio d’insieme è solo
Forte ogni nascita è un lutto
Sogni su ogni mia singola rosa
La mia sorte è luna nelle vene

Po di piene e paludi da ansare
nude che ti fanno l’occhiolino
fino a che tu non migri a capo

Riso rosso basmati e daccapo
mangio sì mangio zuccherino
vino la voglia di scopare tutto

Annunci

2 pensieri su “Il cazzo di tutto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...