G7 Bari zero

È venuta la morte e aveva gli occhi
di papà ghiacciati dal sapere di stare
a morire. L’ho accompagnato in pace
come il mare quando è una tavola

verde. L’ho reso trasparente, scoglio
d’aguzzo invisibile ai fantasmi d’alghe
È diventato l’onda lenta sotto il sole
Io mi accompagnerò e giuro su tutto

da solo per il piacere di saperlo prima
come lo sa la bocca che farà una rima
un pugno alla faccia. Poca cosa rossa

una rosa fresca in un giardino malato
come ha fatto Bari io qui liscio e busso
periferia d’imperio parata degli zombi.

Annunci

Un pensiero su “G7 Bari zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...