Vedere al buio il Tiliment

Preferisco morire puntato
dal vostro dito
che non ha capito
perché sono pazzo
come un uovo nel gioco del Truc
più di un santo
come un malato
che rinunciare a questo
meraviglioso delirio
liquido negli occhi
sotto i piedi
che mi spinge a parlare
al cielo aperto
ai fili d’erba
E attendere risposta

Io parlo alle ombre, lo so
ma camminare è il respiro
del viaggio, dicono
e io non mi scoraggio
e continuo a chiamarle
a raccolta
per il frutto più nero
quello più sincero
molto simile al silenzio
assoluto
Sono al mondo perduto

Si scrive per sconfiggere
la morte
si celebra la vita
per sfottere la cattiva sorte

Non ho paura
sono ancora calmo
come la pioggia che scorre
di notte
lungo i muri del capannone
Ho paura che le mandorle
si bagnino
Sarò forse
presto tempesta nella foresta

Si scrive sempre di se stessi
Lo facevano anche i poeti
messicani della rivoluzione
E ogni bugia diventa
maledettamente vera

Noi in Friuli
come i bacheri di Spilimbergo
sotto pressione
facciamo miracoli
e baccalà mantecato

Sono il responsabile di produzione
del mio sangue sbagliato

Rivendico il guscio
duro e liscio e appuntito
della fera bella e mansueta Pizzuta
nell’affusolato mese di settembre

Quando la poesia chiama l’azione
perdersi diventa davvero splendido

Restano le alpi carniche
che ti abbracciano
e ti proteggono fino alla fine
dell’impero di questa mia vita
orfana di amore familiare
Torno a essere un animale del bosco
l’apparizione sfuggente del sacro

Un’alba che fatica a salire
ma che è già illuminazione
vera
sulle punte più alte degli aceri
a Tarvisio
È questa la bugia più sincera
come la neve ciarliera
di pace
E qui non tace
il Tocai sul frico di patate

Annunci

6 pensieri su “Vedere al buio il Tiliment

  1. “…Quando la poesia chiama l’azione/perdersi diventa davvero splendido…” come splendite sono le alpi, come splenditi sono i boschi, come splendita è la tua anima indomita e selvaggia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...